L’ormone dello sport esiste, si chiama irisina e aiuta a dimagrire

L’ormone dello sport esiste davvero. Si chiama irisina, è collegato ai benefici dell’esercizio fisico sul metabolismo e il sistema cardiovascolare, e viene prodotto dai muscoli quando facciamo movimento.

La sostanza era stata scoperta nel 2012 nei topi, ma dopo gli entusiasmi iniziali era stata archiviata come “falso mito” perché le analisi utilizzate per misurarla nell’uomo fallivano sistematicamente. Ora un gruppo di scienziati di Harvard, in uno studio pubblicato su Cell Press, ha verificato che l’irisina c’è davvero e ha redatto un protocollo – ancora da perfezionare, precisano gli stessi ricercatori – che permette di dosarlo nel sangue. Bruce Spiegelman del Dana-Farber Cancer Institute e della Harvard Medical School, autore senior della ricerca Usa, chiarisce le ragioni che hanno fatto dubitare dell’esistenza dell’irisina nell’uomo.

Nelle analisi di spettroscopia di massa, la tecnica d’indagine usata per misurarla, veniva cercata una sequenza sbagliata: il detector era tarato per individuare, come “spia” di avvio del processo di traduzione che porta dal gene alla proteina, il segnale Atg. Nell’uomo, invece, il segnale giusto da cercare è il più raro Ata. Apportando questa modifica, Spiegelman e il co-autore Steven Gygi sono riusciti a dosare l’irisina. Circola in basse quantità, nell’ordine dei nanogrammi, ma il range è paragonabile a quello di altri importanti ormoni come l’insulina.

I ricercatori ne hanno misurato i livelli presenti in un gruppo di volontari sedentari e altri che hanno portato a termine attività aerobiche. Il nuovo sistema di analisi è stato testato su un campione di 10 venticinquenni: 4 con una vita per lo più sedentaria e 6 che praticano abitualmente un’attività fisica aerobica, un’attività a bassa intensità e lunga durata come ad esempio: la camminata, la corsa, il ciclismo, il nuoto a bassa intensità, ecc..

L’ormone irisina è stato trovato in tutti i partecipanti, nei soggetti con uno stile di vita per lo più sedentario la concentrazione nel plasma era di circa 3,6 nanogrammi per ml mentre in quelli che praticavano un’attività fisica aerobica era di 4,3 nanogrammi per ml. Le quantità potrebbero sembrare molto basse ma sono paragonabili a quelle di altri ormoni importanti come ad esempio l’insulina. Questi dati dimostrano quindi che l’ormone dello sport non è un mito e si trova effettivamente in circolo nel sangue ed è regolato dall’esercizio fisico.

La nuova ricerca, e i relativi risultati (se confermati) porteranno a nuovi studi e prodotti farmacologici contro malattie del metabolismo, ma anche trattamenti per perdere peso in maniera più efficace.

 Fonte : La Stampa TUTTOSCIENZE